‘-ING’ dopo il ‘TO’: quando utilizzarlo.

Oggi parleremo di quando possiamo utilizzare forma -ING dopo il TO in inglese. Per affrontare questo argomento dobbiamo aver chiaro che cosa sono le COLLOCATIONS. Per collocations intendiamo due o tre parole che in inglese di solito vanno insieme. Una delle prime regole che ci vengono insegnate in inglese è che dopo il TO ci va sempre la forma base poiché ci stiamo riferendo all’infinito. Ad esempio: I want to go the Vietnamese restaurant tonight

Però a volte il TO è una preposizione: in questo caso abbiamo sempre bisogno di un oggetto. Questo oggetto può essere un sostantivo, ma anche un gerundio: infatti, un’altra regola di base che ci hanno insegnato è che dopo le preposizioni dobbiamo utilizzare la forma -ING. Ad esempio: She is thinking of leaving him. Guardate i seguenti esempi:

  • She looks forward to meeting you. (“look forward to” è una collocation molto comune)
  • He admitted to cheating on the test.
  • The politician objected to being filmed.
  • I prefer jogging to swimming.

Quello che è importante ricordarsi è che negli esempi qui sopra TO è una preposizione, e che LOOK FORWARD TO, ADMIT TO, OBJECT TO sono collocations (infatti diremo sempre He objected to… e non He objected at/from/in/about/etc). Possiamo usare la forma -ING dopo il TO anche quando ci troviamo di fronte agli Adjective Participles – ovvero quei verbi che possono essere utilizzati come aggettivi:

  • The company is committed to providing top quality customer care.
  • She is still not used to being on TV all the time.
  • In Japan people are accustomed to taking their shoes off before entering the house.
Se guardiamo il primo esempio, The company is committed… il verbo non viene utilizzato come un passivo bensì come un aggettivo. Oltre a COMMITTED TO, altre collocations simili sono: OBLIGED TO, DEVOTED TO (ricordiamoci quindi che diremo sempre devoted to e non devoted at/about/of/etc).